image Hotel Crozzon, Madonna di Campiglio
image Hotel Crozzon, Madonna di Campiglio
image Hotel Crozzon, Madonna di Campiglio
image Hotel Crozzon, Madonna di Campiglio

Escursioni e passeggiate Dolomiti

Itinerari e sentieri

Anche voi non vedete l’ora di poter fare tante belle escursioni nelle Dolomiti? Del resto come biasimarvi? Non per niente nel giugno del 2009 sono state dichiarate dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Sia in estate, sia in inverno, è sempre un’emozione scoprire da vicino questo territorio fatto di tanti angolini nascosti che ogni volta che tornate vi sembrano nuovi, tanti punti panoramici capaci di strapparvi gli occhi, quasi, per tanta bellezza.

Durante la stagione invernale, accompagnati dalle esperte guide che potete conoscere direttamente in hotel, diventa ancora più emozionante vestirsi di tutto punto ed affrontare delle bellissime escursioni con le ciaspole nelle Dolomiti, potendo sfruttare il contesto fiabesco del Parco Naturale dell’Adamello Brenta.

Tra l’altro, grazie alle agevolazioni che vi permettiamo per sottoscrivere la DoloMeet Card ed altre iniziative, diventa ancora più agevole fare le escursioni e passeggiate in Trentino, tra nordic walkingtrekking, gite a cavallo o semplicemente passeggiate anche a fondo valle, adatte a tutte le età e soprattutto capaci di indurre nei vostri cuori una sensazione di pace e di comunione con la rigogliosa natura di queste montagne.

Gli itinerari ovviamente sono pressoché infiniti e la cosa migliore è quella di chiedere direttamente le cartine, il materiale illustrativo e qualche consiglio in base alle proprie aspettative alla reception, intanto menzioniamo quantomeno il Giro dei 5 Laghi, uno dei più apprezzati.

Da Madonna di Campiglio si deve andare a Patascoss dove si può parcheggiare e proseguire a piedi. Come se doveste andare aMalga Ritorto, dopo pochi metri girate a destra e seguite la strada forestale. Incontrerete la baita Casinel, e il Rifugio Pancugolo. Dietro il rifugio stesso parte proprio il sentiero che vi porta prima al Lago Ritorto, poi a quello Lambin, dunqueLago Serodoli e Lago Gelato. Rientrando poi verso il Lago Serodoli, si scende in un tratto molto impegnativo e si imbocca il sentiero 266 verso “Busa Cavai”, scendendo sempre fino al Rifugio del Lago Nambino. Nei pressi del lago si trova il sentiero che taglia verso il Monte Pancugolo e ritorna al punto di partenza.